Rancho Comancho

Home » Posts tagged 'trekking'

Tag Archives: trekking

Per vendere in America abbiamo fatto un patto con il diavolo!

Il nostro agente all'Inferno, pardon, negli USA.

Seth, il nostro agente all’Inferno, pardon, negli USA.

English Abstract at the End of the Post

E vediamo se qualcuno si azzarda a non comprare i prodotti di Nine del Lobo (o le nostre vacanze a cavallo) negli USA! Halloween permettendo, è il momento di presentarvi Seth, ovvero uno dei titolari di Philly Italia, la società che ha appena cominciato la commercializzazione dei prodotti dell’azienda agricola biologica che ci ospita (e di tutta la nostra Bellalavalle) negli Stati Uniti.

L’obbiettivo lo ha colto in una pausa di lavoro, durante una presentazione piccante nella notte di Halloween  in cui, non a caso, ha fatto sfoggio di uno dei grembiuli disegnati da Sacha. Negli USA come in Italia i prodotti di Nine del Lobo e i servizi di Rancho Comancho si possono acquistare, ricordatelo, anche via Internet, andando sul sito www.italianpepper.us .

Non si può dire che non ne sappiamo una più del diavolo!

Yes, we did a pact with the devil to get finally in the USA!

Halloween was chosen as the best day to begin with Nine del Lobo’s (the organic farm hosting the Ranch) US import. This is Seth, one of the owners of Philly Italia, the company importing our stuff in the other side of the Ocean. He is in the middle of a hot tasting the night of Halloween, proudly dressing one of the aprons disegned by Sacha.

Nine del Lobo’s products and Rancho Comancho’s services can be bought also by mail, clicking on the site www.italianpepper.us.

Annunci

I pancakes di Sacha, ecco che cosa vi perdete a non dormire al Ranch!

Quando lo chiamiamo Bed & Brunch, ci sarà un motivo, o no?

Quando lo chiamiamo Bed & Brunch, ci sarà un motivo, o no?

English Abstract at the End of the Post

La prova di che cosa sia la prima colazione nel Bed & Brunch di Rancho Comancho l’abbiamo dovuta rubare da Face Boook (dove adesso si ripeterà in automatico), perchè così succede, a volte, in famiglia… Ma non potevamo non rimettere a disposizione del mondo intero la consapevolezza di quanto si perde che non si ferma anche a dormire da noi.

Questa edlla foto sopra, poi, è la dose della sola Lupetta: per gli amici di solito esagera e ne fa di più, molti di più… Le informazioni su costi e camere le trovate qui: per i soci e i cavalieri (di qualsiasi sesso ed età) che volessero avere delle offerte personalizzate bipedi/quadrupedi, compilate il modulo piùi n basso. Grazie e a presto!

This is just a taste of the usual Brunch in Rancho Comancho: It’s Sacha’s early morning serving. She cooks much more of them for our guests. One of the many reasons to come in our place for more than one day. Special offers for riders with their own horses. For info, fill the form. See you soon!

Sunday Column: My name

Well, for an Italian ranch now run by a young wolfie like Sacha, the old one thinks this site and this kind of news are absolutely needed (and the farm is called Daughters of the Wolf, even better and we have a Jessica here too, right in the picture at the bottom). Thank you Jessie, if you’ll ever be in Italy, here we are home too! Una bella persona, delle belle foto, della bella musica e pure dei bellissimi cavalli… Impossibile non stabilire un nesso, con tutte queste cowgirls (e avendo una Jessica con noi (qui sotto, a destra, sul suo Macho).

Sacha e Jessica, a destra

Meanwhile, back at the ranch...

Jessie Veeder
I tried to change my name to Stephanie when I was in kindergarten. A little boy named August raised his hand during sharing hour and asked to be called Gus, and, well, I thought that meant in kindergarten we got to change our names. So I raised my hand and declared that everyone must now call me Stephanie.

My sweet teacher looked at me, no doubt trying to stifle her laughter at the little weirdo before her, and calmly declared she thought Jessica was a nice name and I should keep it.

I was bummed. This was the 80s after all and Stephanie was the name of my favorite character on Full House. But I carried on as Jessica until second grade when we moved to the ranch and, struck with a sudden urge to shorten things up, I introduced myself to my new country school classmates as Jessie.

Everyone…

View original post 181 altre parole

Prepariamoci all’inverno, ricordiamo l’estate…

Arriva il primo inverno per i più giovani del Ranch

Arriva il primo inverno per i più giovani del Ranch

Al Ranch si stanno ormai sistemando le cose per essere pronti all’inverno che viene. Speriamo non sia pesante come quello dello scorso anno (saluti, Al Gore: sempre pronti ad averti qui con noi a spalare, se non sei troppo preso a contare i soldi che le tue società di “energia pulita” stanno facendo), ma vogliamo essere pronti.

Si sistema il fondo per i nuovi utilizzi invernali...

Si sistema il fondo per i nuovi utilizzi invernali…

Sacha, finiti i lavori estivi e la realizzazione dei quattro grandi pascoli principali, sta studiando la sistemazione del capannone perchè sia pronto a ospitare tutti i nostri ospiti a 4 zampe e stiamo anche dando il via a una serie di lavori di sistemazione di conduttore, drenaggi e fondi perchè far star bene gli animali non costi a noi più fatica del dovuto.

Man mano che sistemiamo e che proseguiamo con i lavori, vi terremo aggiornati, ma intanto volevamo salutare la buona stagione ormai andata facendo un omaggio a due giovani amiche e socie, Francesca a Maggie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sacha e Riccardo in pausa: i recinti sono finiti

Sacha e Riccardo in pausa: i recinti sono finiti

Sempre più brave a cavallo e pronte, quando la scuola permette e quando possibile in sella (o anche senza) a darci una mano. Non sono assolutamente le sole, anzi e quindi insieme a loro salutiamo anche tutti gli amici che ci hanno dato e ci danno costantemente una mano, Chicco, Riccardo, Jessica, Ramona, Vladimir, Marika, Giuseppe, tutti i soci, anche i fornitori e i tecnici e sinanche i burocrati che ci rendono possibile proseguire questa avventura che l’anno prossimo, incredibile a dirsi, sarà arrivata ai vent’anni di età in cima a questo Monte (più i cinque sulle Apuane, a Caprigliola).

Ma soprattutto vogliamo salutare donna Maggie, quella americana, che tiene insieme il ranch e tutto il resto, a costo di non riuscire ad andare a cavallo quanto vorrebbe e meriterebbe. Il prossimo anno, però, è una promessa che ci ha fatto e che le abbiamo fatto, passerà molto più tempo in sella: so long, Maggie!

Maggie finalmente in sella: dovrà accadere più spesso

Maggie finalmente in sella: dovrà accadere più spesso, è una promessa!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: